Colla acrilica: guida alla scelta

Quando si parla di colla acrilica ci si riferisce a una serie di sistemi adesivi di tipo reattivo che, accomunati dalla composizione chimica, possono differire significativamente tra loro in termini di caratteristiche e meccanismi di polimerizzazione. 

La principale applicazione delle colle acriliche è lincollaggio strutturale, processo con cui due materiali simili o di diversa natura vengono assemblati in maniera solida e permanente per mezzo di un adesivo. Gli adesivi strutturali vengono utilizzati per la trasmissione di carichi elevati in alternativa ai comuni metodi di giunzione meccanica.

Colla acrilica: cos'è

Da un punto di vista tecnico, le colle acriliche sono polimeri che si ottengono a partire dagli omonimi precursori (monomeri acrilici).

In confronto ad altri adesivi reattivi, le colle acriliche differiscono per alcune principali caratteristiche:

  • Meccanismo di polimerizzazione, cioè le condizioni operative che consentono il passaggio dallo stato iniziale, liquido, a quello finale, solido. Alcune colle acriliche necessitano di reagire con un attivatore (perossido) perché si attivi il processo di polimerizzazione, mentre in altri casi la reazione chimica è avviata, ad esempio, dal calore o dall’umidità
  • Proprietà fisico-meccaniche e applicazioni tipiche. Le colle acriliche, una volta indurite, sono rigide o leggermente flessibili, per cui si prestano bene all’incollaggio strutturale. Rispetto ad altre tipologie di adesivi strutturali (epossidici o poliuretanici, ad esempio), le colle acriliche esprimono il meglio delle loro prestazioni su superfici di piccole dimensioni e gioco ridotto fra le parti da assemblare
  • Ampiezza dei substrati compatibili. È la composizione chimica dell’adesivo a determinare questo aspetto e le colle acriliche sono fra le più versatili in assoluto.

LOCTITE® offre un’ampia gamma di adesivi acrilici progettati per l’incollaggio della maggior parte dei materiali, dalle plastiche ai metalli. 

Le colle acriliche includono prodotti monocomponenti (senza attivatore) e bicomponenti (con attivatore).

Adesivi anaerobici

Gli adesivi anaerobici sono prodotti monocomponenti: il prodotto liquido (monomero acrilico) contiene già al suo interno l’attivatore (perossido). La reazione chimica avviene a temperatura ambiente, in assenza di ossigeno e a contatto con un materiale metallico. In queste condizioni, il perossido si trasforma in radicali liberi, i quali innescano rapidamente la polimerizzazione dell’adesivo. Visto il loro meccanismo di polimerizzazione, gli adesivi anaerobici sono principalmente utilizzati su parti metalliche. Su substrati passivi, è necessario pretrattare la superficie con un opportuno catalizzatore.

Adesivi acrilici bicomponenti

Gli adesivi acrilici bicomponenti polimerizzano a temperatura ambiente per effetto di un attivatore o miscelazione. In pratica, il perossido è separato dall’adesivo e per questo si parla di prodotti bicomponenti. In base al tipo, l’adesivo e l’attivatore possono essere applicati separatamente sulle superfici da incollare o possono essere miscelati tra loro prima dell’applicazione. 

Rispetto ad altre tipologie di adesivi strutturali (epossidici o poliuretanici, ad esempio), le colle acriliche esprimono il meglio delle loro prestazioni su superfici di piccole dimensioni e gioco ridotto fra le parti da assemblare. 

Colla acrilica: a cosa serve

Gli adesivi acrilici trovano largo impiego nell’industria meccanica ed elettrica, laddove i brevi tempi-ciclo dei processi produttivi richiedono che i giunti assemblati sviluppino rapidamente un'adeguata resistenza alla manipolazione.

Gli adesivi anaerobici sono la soluzione vincente per l’incollaggio di componenti metallici. Inoltre, sono molto utilizzati in numerose applicazioni meccaniche, dove le strette tolleranze e le severe condizioni di esercizio (alte temperature, contatto con oli lubrificanti) possono mettere a dura prova l’affidabilità delle giunzioni.  

Tra le applicazioni più comuni si annoverano:

Gli adesivi acrilici bicomponenti sono dedicati all’incollaggio strutturale, garantendo fissaggi leggeri, robusti, duraturi, più economici e con un migliore risultato estetico finale. Rispetto agli adesivi anaerobici, offrono una miglior resistenza agli urti e alla pelatura e offrono una buona adesione alla maggior parte dei substrati. 

Tecniche Pro per l’incollaggio industriale  Incollaggi industriali rapidi, sicuri ed efficaci anche in situazioni critiche Scarica l'eBook gratuito

Colla acrilica trasparente: perché sceglierla 

La gamma di colle acriliche LOCTITE® annovera prodotti con caratteristiche di processo e di prestazione in grado di soddisfare le esigenze più disparate. 

Questa tipologia di adesivi si presenta, una volta indurita, generalmente di colore chiaro.
Si tratta quindi di una famiglia di adesivi estremamente versatile, i cui principali vantaggi possono essere riassunti come segue:

  • Flessibilità strutturale senza pregiudicare la forza di incollaggio, poiché l’adesivo consente i movimenti da espansione termica
  • Adattamento ai cambiamenti di temperatura senza trasmettere sollecitazioni alle strutture
  • Elevata resistenza agli impatti grazie alla capacità di assorbimento dell’energia
  • Eccellente resistenza alla frattura
  • Buona resistenza agli agenti chimici e alle condizioni ambientali
  • Massima versatilità per l’incollaggio di quasi tutti i materiali.

Le colle acriliche LOCTITE®

La gamma di adesivi LOCTITE® comprende diverse colle acriliche, tra cui:

LOCTITE® AA 317 è un adesivo anaerobico monocomponente per utilizzo generico. Le applicazioni tipiche includono l’incollaggio di parti rigide e combacianti in metallo o ceramica. Polimerizza se racchiuso in assenza di aria fra superfici a stretto contatto con l’aiuto dell’attivatore liquido LOCTITE® SF 734, raccomandato per applicazioni su metalli passivi o superfici inerti e con ampi giochi (aumenta la velocità di reazione).

LOCTITE® AA 330 è un collante strutturale multiuso, del tipo acrilico bicomponente. Richiede un attivatore come LOCTITE® SF 7386 per innescare la polimerizzazione. L’adesivo è applicato su una parte, mentre l’attivatore sull’altra; quando le due parti vengono assemblate, l’adesivo si miscela per contatto e inizia a polimerizzare. È ideale per incollare substrati differenti come il PVC, i composti fenolici e i composti acrilici. Adesivo e relativo attivatore sono disponibile anche in comodo kit.

LOCTITE® AA 3298 è un adesivo strutturale ad alta resistenza, con ottima adesione al vetro e buona resistenza agli urti. Trattandosi di un sistema acrilico bicomponente, come il precedente, polimerizza a temperatura ambiente con l’ausilio di un attivatore del tipo LOCTITE® SF 7386. 

Colla acrilica per magneti

Un particolare utilizzo delle colle acriliche fa riferimento all’incollaggio di parti magnetiche. A tal proposito, LOCTITE® AA 326 è un collante strutturale di tipo anaerobico che si attiva con un opportuno pretrattamento superficiale (utilizzando, ad esempio, LOCTITE® SF 7649) garantendo un fissaggio delle parti molto rapido. Presenta una buona adesione su diversi tipi di ferriti e magneti nei motori elettrici, hardware per diffusori, componenti di altoparlanti e gioielli.

Colla acrilica per plastica

Una menzione particolare merita inoltre la colla acrilica per plastica. Si tratta di un'applicazione molto comune nell’industria manifatturiera ma altrettanto sfidante in quanto, com’è noto, i materiali plastici possono risultare molto difficili da incollare, specie in modo strutturale. 

A titolo esemplificativo, LOCTITE® AA 3038 è un adesivo acrilico bicomponente (rapporto di miscelazione 10:1) con buona resistenza agli urti. Progettato principalmente per incollare metalli passivati a compositi polipropilene/fibra di vetro, può anche essere utilizzato su plastiche a bassa energia superficiale come polietilene e polipropilene. Il prodotto può essere utilizzato su superfici senza effettuare pretrattamenti. 

Conclusioni

L’incollaggio strutturale è un tema cardine nell’industria, ricco di sfide quanto di opportunità. Le colle acriliche rappresentano una gamma di adesivi che, per le caratteristiche descritte in questo articolo, ben si adattano ad applicazioni strutturali. 

Tuttavia ogni prodotto è differente ed è fondamentale scegliere nel modo giusto! Per questo gli esperti LOCTITE® sono sempre a tua disposizione: richiedi ora una dimostrazione gratuita per identificare la soluzione che fa per te!

Richiedi una dimostrazione gratuita offerta da LOCTITE®

Affidati a LOCTITE® per scoprire i segreti degli esperti e trovare la soluzione più adatta a te.

Richiedi Dimostrazione Gratuita

Tag

News correlate

Adesivi anaerobici: caratteristiche e consigli d'uso

Adesivi anaerobici: caratteristiche e consigli d'uso

Nelle applicazioni meccaniche, l’assemblaggio chimico con adesivi offre numerosi vantaggi e...

Leggi tutto

Chimica verde: più salute e sicurezza sul lavoro

Chimica verde: più salute e sicurezza sul lavoro

La chimica verde è un innovativo e virtuoso approccio alla progettazione di prodotti e processi...

Leggi tutto

Adesivi poliuretanici per l'incollaggio strutturale

Adesivi poliuretanici per l'incollaggio strutturale

In numerose applicazioni industriali l’utilizzo di adesivi è una valida alternativa a metodi di...

Leggi tutto